Raccolta

I provvedimenti adottati dal Consiglio direttivo della BCE a partire dalla fine del 2011 hanno assicurato alle banche italiane la possibilità di far fronte alla riduzione della provvista interbancaria estera registrata a partire dal secondo semestre del 2011. Il mercato è rimasto relativamente liquido a fronte di garanzie collaterali di elevata qualità (tipicamente, obbligazioni del debito sovrano); sempre scarsa è risultata la disponibilità per tutti gli istituti di credito a fronte di esigenze di raccolta non garantite. Per le banche di dimensione minore il ricorso al mercato interbancario non garantito è risultato precluso o aperto solamente su scadenze brevi, sostanzialmente inutilizzabili per qualsiasi pianificazione finanziaria.

Nell’anno 2012 la raccolta all’ingrosso è diminuita nel sistema di 76 miliardi mentre i depositi e le obbligazioni sottoscritte dalla clientela retail sono cresciuti di 58 miliardi.

Anche nel 2012 Banca IFIS ha potuto attingere alle linee garantite, potendo contare su una importante e crescente dotazione di titoli dello Stato Italiano accettati quale garanzia da altre banche internazionali, o in ultima istanza sull’Eurosistema grazie ai finanziamenti sempre concessi dalla BCE.

A gennaio 2012 la Banca ha incrementato il portafoglio di attività utilizzabili per operazioni di rifinanziamento presso l’Eurosistema tramite l’emissione e il riacquisto di obbligazioni sulle quali è stata ottenuta la garanzia del Governo italiano per un periodo triennale per un valore pari a 138 milioni di euro e per un periodo quinquennale per 69 milioni di euro, ad un costo commissionale dell’1,03%.

A febbraio 2012 ha partecipato alla seconda tranche del programma LTRO, per un ammontare di 500 milioni di euro ad un costo dello 0,75% (tasso BCE) per una durata di 3 anni rimborsabile a partire da inizio marzo 2013.

La raccolta non ha mai evidenziato tensioni e l’operatività in titoli ha generato buoni risultati in termini di marginalità, contribuendo ad alleggerire il costo del finanziamento della raccolta retail, storicamente più elevato sul mercato on line ove la volatilità in caso di depositi non sufficientemente remunerativi per la clientela può rappresentare un rischio.

 

Gruppo Banca IFIS
  • Mondo PMI
  • youtube
  • Facebook
  • Twitter
  • slideshare
  • Linkedin
  • sr.png